Alenia Aermacchi: 500 nuovi posti di lavoro entro il 2013.

L’accordo siglato a novembre 2011 fra Alenia Aeronautica e le segreterie nazionali dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, prevede il rilancio, la riorganizzazione e la ristrutturazione dell’Azienda nei prossimi anni. Il piano industriale prevede di creare 500 posti di lavoro, di cui 300 nell’anno in corso e i restanti nel 2013.

Il programma di rilancio prevede investimenti per 3 miliardi e 200 milioni di euro nel periodo che va dal 2012 al 2020, per lo sviluppo dei programmi militari e civili.

Alenia Aeronautica, nata nel 1990 dalla fusione di Aeritalia e Selenia, progetta, realizza, certifica e supporta sistemi di volo complessi che vanno dai velivoli da difesa avanzati ai velivoli da trasporto militari e civili, dai velivoli per sistemi di missione agli aerei a pilotaggio remoto.
L’Azienda fa capo alla holding Finmeccanica, primo gruppo industriale italiano nel settore dell’alta tecnologia e tra i primi dieci player mondiali nell’Aerospazio. Il principale azionista del gruppo è il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Dal 1° gennaio 2012 l’azienda ha un nuovo logo “AleniaAermacchi”, frutto della fusione dei due storici marchi “Alenia” e “Aermacchi”. Le attività dell’Azienda, nei velivoli militari e commerciali, sono basate a Torino e Napoli, mentre aerei e sistemi addestrativi sono basati a Venegono (Varese). Alenia, con le sue controllate, impiega complessivamente 12.604 lavoratori.

Gli interessati possono inserire un curriculum vitae spontaneo nel database dell’Azienda, collegandosi al sito internet di Alenia Aermacchi, all’indirizzo web www.aleniaaermacchi.it, sezione “Lavora con noi“.

E’ possibile consultare il comunicato stampa congiunto delle organizzazioni sindacali cliccando qui: “Alenia Aeronautica – siglato l’accordo sulla riorganizzazione e la ristrutturazione“.


Condividi l'articolo con i tuoi AMICI!

Comments are closed.